Festa della Toscana 2005
Giornate della memoria e dell'azione sociale
Bagnone, Centro Portofranco, Museo - Archivio della Memoria, 9 - 13 agosto 2006
Scopo dell’iniziativa è stato il recupero dell’identità di una popolazione che in buona parte ha dovuto fare delle migrazioni il suo stile di vita e lo strumento di emancipazione sociale; recupero che, oltre a sanare le ferite sofferte da generazioni di donne, uomini e bambini, ha messo in luce gli aspetti positivi di inserimento sociale aperti da quell'esperienza.
Il progetto interessa una comunità fra le più esposte a fenomeni migratori in Toscana, che ha visto l’allontanamento anche definitivo di migliaia di individui in tutti i continenti, in particolare nel Nord Italia e in Europa. Tuttavia, se l’operazione si rivolgesse esclusivamente ai migranti lunigianesi, finirebbe per creare un'identità sbagliata, ghettizzante e fuorviante. Riappropriarsi della propria esperienza migratoria di comunità inserendola nella longue durée delle migrazioni che hanno coinvolto ora “noi” ora “altri”, permetterà invece di mettere in giusta luce sia dal punto di vista storico che culturale fenomeni migratori in età contemporanea.
I “barsan”, e i “vu' cumprà” hanno nelle loro storie di vita di uomini e donne più esperienze comuni di quanto comunemente si pensi. riattivare la memoria legata alle migrazioni può servire sia a far emergere e dare dignità di documentazione storica alle storie di vita di tanti lunigianesi, ma anche a fare da “specchio” alle esperienze di uomini e donne che ancora oggi vivono questa situazione di spaesamento e speranze
Le iniziative promosse nell’anno 2006, tenutesi nella seconda settimana di agosto, tradizionale momento di rientro delle famiglie coinvolte nei fenomeni migratori, hanno costituito il punto di avvio di una possibile riflessione su temi rilevanti per una comunità che si ritrova, realizzataattraverso momenti di socializzazione, dove si confrontano culture ed esperienze comuni e si acquisiscono capacità di raffronto fra l'ieri e l'oggi, per relazionarsi con le migrazioni attuali.
Laboratori
Mosaico identitario e culture migranti, (10 agosto 2006)
Immagini e immaginario,
(11 agosto 2006)
Condotti dal Prof. Adel Jabbar, Sociologo delle Migrazioni all'Università di Venezia
I laboratori hanno previsto attività finalizzate alla decostruzione del proprio immaginario al fine di decolonizzare la propria mente a partire dalla riflessione sugli intrecci e sui flussi che sono presenti nei diversi contesti culturali.
Con il progetto Migranti ieri e oggi il Museo-Archivio della Memoria ha partecipato ai seguenti progetti:
- Corpi abitati (provincia di Massa Carrara);
- Culture in movimento (Regione Toscana L.33/2000).
- Scarica la brochure di presentazione (3,0 Mb)
- Scarica la locandina della manifestazione (702 Kb)
- Scarica il progetto "Culture in Movimento" in formato .PDF di Adobe Acrobat Reader (190 Kb)
- Scarica "Corpi abitanti" (18 Kb)
Scarica Adobe Acrobat Reader   
 
Questo progetto è stato finanziato dall’Unione Europea attraverso l’ I.C. LEADER PLUS
 
2007 Comune di Bagnone - Informativa sul copyright dei contenuti - CREDITS